Campaign budget optimization, CBO – ecco cosa sapere

Sono sempre numerosi gli aggiornamenti di Facebook ed uno di questi riguarda il CBO. Per CBO oppure Campaign budget optimization si intende quel nuovo modello di distribuzione del budget che viene speso attraverso la piattaforma Facebook Ads, che non sarà più settato in gruppo di annunci, ma unicamente al livello di campagna. Ma partiamo dal principio.

CBO: come si organizza il budget?

Facebook ha introdotto un sistema che consente di gestire in modo quanto più autonomo possibile il budget dell’intelligenza artificiale e all’algoritmo. Perché? In tal modo, anche i meno esperti, riusciranno a creare campagne pubblicitarie. Già da alcuni anni Facebook sta cercando di lavorare sotto quest’ottica proprio per attirare nuovi utenti a creare campagne pubblicitarie e per farlo ha scelto di rendere ancora più semplice il processo.

La CBO di Facebook cambia le modalità di approccio all’impostazione delle campagne che vengono create su Facebook Ads. L’aggiornamento fu aggiornato nel mese di Settembre 2019, ma considerato che non tutti gli inserzionisti avevano effettuato questo passaggio al nuovo aggiornamento, è stato rimandato nel 2020.

Grazie al nuovo aggiornamento, Facebook riesce ad ottimizzare la spesa concentrandosi solo sulle ADS che performano meglio e che portano un maggior numero di conversioni. Precedentemente, quando si impostava un budget, Facebook spendeva su tutte le Ads lo stesso budget e ciò provocava un consumo di budget.

In sintesi, la CBO è utile soprattutto quando si intende scalare una campagna.

Cosa si può fare quando vogliamo distribuire il budget in parti eque oppure se vogliamo testare nuove creatività? Si consiglia di fare A/B Test.

A/B test con CBO: che cos’è?

Come si possono fare dei testi efficaci, quindi, senza sbilanciare il budget su un gruppo di annunci piuttosto che su un altro? Vediamo quali sono le soluzioni possibili:

Si può innanzitutto creare un gruppo di annunci per ogni campagna, in modo che Facebook ha l’obbligo di spendere l’intero budget per quello specifico gruppo di annunci. In alternativa, si può creare una sola campagna, senza però utilizzare limiti di spesa per singolo gruppo di annunci.

CBO Facebook: quali sono i vantaggi?

Uno dei principali vantaggi è sicuramente la possibilità di scaling, infatti, lasciando gestire il budget pubblicitario a Facebook, è più semplice riuscire a comprendere quali sono le campagne che performano meglio. Grazie alla gestione degli AdSet è anche possibile tenere costanti le performance a livello della campagna in modo duraturo.

Sicuramente la CBO consente anche di risparmiare del tempo che può essere destinato a curare tutti gli aspetti della strategia social. Basta solo impostare il budget, scegliere gli obiettivi e il target di riferimento, individuare le creatività lanciare la campagna e dedicarti ad altri task.

Aggiornamenti futuri di Facebook

Mese dopo mese, la crescita della spesa pubblicitaria di Facebook, è sempre più in crescita. Facebook lancerà nuovi formati, nuovi banner e strumenti più innovativi ed utili per gli inserzionisti. Non ci resta che restare aggiornati e studiare nuove strategie e tattiche. Grazie a tale sistema CBO è possibile ottenere dei costi per conversioni migliori