Ntf: cosa sono e come funzionano

Ntf . Il termine “NFT” significa “Token non fungibile”. “Insostituibile” significa qualcosa che ha un’identità unica e non può essere duplicato o sostituito.
Il denaro è la merce più scambiabile. Questo perché banconote di qualsiasi valuta e quantità (se sono autentiche e inalterate) possono sempre essere cambiate con altre banconote della stessa valuta e quantità. “NonFungible Token” è un marchio digitale con certificati di attivazione e unicità. Questo certificato è prodotto grazie alla tecnologia. La NFT viene quindi collegata al contenuto digitale per fornire al proprietario un certificato di autenticità del prodotto, garantendone l’unicità.

Creare Ntf : come?

Gli NTF sono creati da autori da elementi digitali come immagini, video, gif o altri tipi di file digitali.
Un file è una stringa codificata binaria che verrà compressa in una versione più breve. Ogni computer crea un “hash” univoco dei dati di input e quindi lo memorizza sulla blockchain. Il risultato di questo processo è chiamato “hash” e l’autore stesso o qualcun altro memorizza l’hash sulla blockchain insieme al suo timestamp. All’interno dell’NFT c’è un’indicazione della seguente operazione di hash: Questo può aiutare a verificare la validità e la proprietà dell’operazione NFT se il percorso è stato modificato.

Dove comprarli?

Ci sono molti siti dove puoi acquistare NFT. per esempio:

  • OpenSea:  Un mercato per l’acquisto e la vendita di risorse digitali, inclusi oggetti di gioco come CryptoKitties. Alex Atalla e Devin Finzer, ingegneri del software esperti di Google, hanno lanciato il più grande scambio NFT del mondo. Questo è un mercato fieristico globale in cui puoi scambiare, creare, accedere ai dati e controllare altri portafogli per Nfts.
  • Rare bits: Un’altra piattaforma online per la vendita di token non fungibili. È un po’ più selettivo sui tipi di articoli che accetta, ed è per questo che non accettano tutte le applicazioni. 
  • MyEtherWallet: Questo è un sito in cui puoi creare e visualizzare il tuo portafoglio Ethereum utilizzato per il trading di criptovalute come NFT.
  •  Criptokitties: I primi progetti NFT che hanno contribuito ad aumentare l’interesse delle persone per la tecnologia sono diventati popolari. Questi sono gatti dei cartoni animati in stile Tamagotchi che devono essere curati dai bambini. A quel tempo, invase letteralmente la blockchain di Ethereum e fece notizia.
  • Mintbase è una delle piattaforme NTF più popolari. Tuttavia, vendere Nfts non è facile come altrove perché i nuovi utenti non possono creare un account. 
  • Criptopunk Il primo NFT creato sulla blockchain di Ethereum nel giugno 2017. In poche parole, è una raccolta di 10.000 immagini digitali punk (da qui criptopunk) realizzate a mano rese rarità dalla blockchain. Ognuno è generato algoritmicamente dal codice del computer, rendendo ogni punk unico e rendendo alcune caratteristiche più generiche.

A cosa servono gli Ntf ?

token NTF vengono già utilizzati in giochi come CryptoKitties in cui gli utenti acquistano e vendono gatti virtuali. Ha anche iniziato a essere utilizzato dai giocatori in Minecraft, un popolare videogioco che consente agli utenti di creare cubi pixelati per vendere il proprio lavoro.
NTF può essere utilizzato come certificato di autenticità per opere d’arte, merci o dati personali che possiedi e desideri condividere con altri senza rinunciare al controllo.

Gli utenti possono collegare i loro NFT ad altri oggetti virtuali come apparecchiature di gioco o proprietà intellettuale. Anche altri giochi.

Il mercato dell’arte è particolarmente interessato alle NFT in termini di acquisto e vendita di creazioni digitali.
Le opere d’arte e le relative NFT possono essere viste come veri e propri investimenti. Tuttavia, un NFT può essere qualsiasi cosa digitale, come una canzone, un video, una gif o un tweet. L’attributo che qualcuno sceglie di attaccare è ciò che fanno gli NFT. Anche le proprietà virtuali vengono scambiate tramite NFT.

Diritto d’autore: come difenderlo

Oltre ai diritti morali e alla proprietà, gli autori di opere originali il cui diritto d’autore è stato violato godono di due tipi di diritti ai sensi della legge italiana sul diritto d’autore.
I diritti non di proprietà offrono ai titolari dei diritti protezioni uniche: Opporre modifiche o modifiche all’opera stessa. Hai il diritto di decidere se e quando pubblicare il tuo lavoro.

I diritti di proprietà, invece, sono il “diritto allo sfruttamento economico” di un’opera e possono essere liberamente tradotti come “diritto a”.
comunicazione con il pubblico 

trasferimento a terzi 

Riproduzione e pubblicazione

comunicazione con il pubblico

Ti potrebbe interessare anche: CryptoTab browser cos’è e come funziona