Le migliori (e più pagate) professioni nel web

Le migliori (e più pagate) professioni nel web

Professioni_web1Fra le possibili attività lavorative che attualmente il mercato del lavoro richiede di particolare interesse sono quelle che riguardano il settore dell’informatica. Qui si fa una panoramica delle nuove professioni di punta. Ecco quali sono le migliori (e più pagate) professioni nel web

In una globalizzazione lavorativa una figura lavorativa richiesta è quella del Web marketing manager. In pratica sarebbe la persona incaricata di sviluppare le strategie di marketing attraverso le nuove piattaforme informatiche. Secondo gli esperti delle nuove professioni, lo sbocco professionale del Web marketing manager consentirebbe di andare poi a far parte della direzione marketing.

La retribuzione annua lorda ovviamente dipende dagli anni di esperienza nel settore di Web marketing manager. Per chi ha dai cinque ai nove anni di esperienza si parla dai 40.000 ai 70.000 euro, cifra che sale, se si ha un’esperienza fra i nove e dodici anni, fino agli 85.000 euro.

Altra figura lavorativa ricercata è il E-commerce manager, cioè la persona che si occupa del canale di vendite che avvengono online. Ovviamente questa figura lavorativa può fare una carriera molto interessante nel country manager ma anche nel business unit. Per quanto concerne la retribuzione annua lorda per chi ha una esperienza che oscilla fra i cinque e i nove anni è fra i 45.000 e i 80.000 euro, mentre per chi ha una esperienza accumulata in dodici anni può arrivare a guadagnare fino a 100.000 euro.

Il Seo SEM, Search Engine Marketing, manager, che sarebbe poi colui il quale coordina ogni attività volta a migliorare il posizionamento del sito internet nei vari motori di ricerca, può arrivare ad occupare la posizione di responsabile dell’area digital di una azienda. La retribuzione annua lorda prevista con una esperienza fra i cinque e i nove anni fluttua fra i 35.000 e i 60.000 euro, mentre chi ne ha dodici può arrivare fino a 80.000 euro.

Altra figura molto ricercata nel settore dell’informatica è il Community manager, un ruolo che prevede la gestione della community online di una azienda. Oltre a ciò un Community manager si occupa anche di monitorare la Brand reputation nei vari social network, analizza possibili strategie volte a generare traffico ed esercita una costante e forte attività di blogger con i vari utenti che risultano essere interessati.

Può arrivare ad essere responsabile in una azienda dell’area digital. La retribuzione annua lorda per chi ha una esperienza minima di tre anni può arrivare anche ai 50.000 euro.

Altro settore nel quale sono molto ricercate le figure professionali è quello della ristorazione. Ad esempio un Food & Beverage manager, in pratica la persona che si occupa di gestire vari reparti come la cucina e il bar. Deve cercare di ottimizzare i servizi e la qualità dei prodotti, tenendo costantemente monitorizzati i costi operativi e la soddisfazione dei clienti. In genere le principali caratteristiche richieste per ricoprire il ruolo di Food & Beverage manager sono una conoscenza dei programmi informatici è la padronanza di almeno due lingue, sia nello scritto e sia nel parlato. La retribuzione minima annua lorda prevista è di 55.000 per arrivare ai 100.000 euro per chi ha oltre dieci anni di esperienza.

Un Retail manager, cioè colui il quale sviluppa e gestisce una rete di punti vendita già operativi e che studia le nuove strategie riguardanti un sviluppo commerciale, ha una retribuzione annua lorda per cinque anni di esperienza di 60.000 euro, mentre se la sua esperienza è maggiore di dieci anni arriva ad essere 120.000 euro. Per questa figura è ovviamente necessario avere una perfetta conoscenza almeno della lingua inglese sia scritta sia parlata.

Il Medical advisor, che comunque deve essere laureato in medicina e chirurgia, può contare su una retribuzione minima annua lorda di 70.000 euro, per arrivare dopo dieci anni a 100.000 euro.

Professioni_web2Invece un Product specialist che si occupa della vendita e della promozione di prodotti destinati alle strutture sanitarie, ha una retribuzione annua lorda minima di 50.000 euro per arrivare dopo oltre dieci anni a 75.000. Chi vuole occupare questo ruolo deve essere in possesso di una laurea a indirizzo scientifico, come biologia, tecnologia farmaceutiche, chimica, farmacia e ingegneria.

Lo Chief Financial Officer, che poi non sarebbe altro che quello che un volta veniva chiamato Direttore finanziario, può avere una retribuzione minima annua lorda di 130.000 per arrivare anche dopo venti anni a 140.000 euro. È opportuno rammentare che per questa figura professionale, oltre la ovvia laurea in discipline economiche, viene generalmente richiesto un master, un solido background e una conoscenza della lingua inglese sia scritta e sia parlata.

Un Product manager, cioè colui il quale, fra le varie competenze, studia le performance del prodotto, il feedback commerciale e analizza i concorrenti, ha una retribuzione minima annua lorda di 50.000 euro e può arrivare a 80.000 euro dopo dieci anni di esperienza.

Un Export area manager, che ha il compito di tagliare il traguardo del budget di vendita per mezzo della gestione delle aree di competenza, può contare su una retribuzione minima annua lorda di 70.000 euro, per arrivare dopo dieci anni a 150.000 euro.

Un Project manager nel campo dell’Oil&Energy, che deve essere un laureato in ingegneria chimica o avere una cultura equivalente, ha una retribuzione minima annua lorda di 50.000 e arriva a guadagnare dopo dieci anni 80.000 euro.

Va da sé che se ci si lancia in queste professioni altamente remunerative e che prevedono un mercato lavorativo molto dinamico ed articolato, è sempre il caso di dotarsi di servizi informatici indispensabili per avere sotto controllo le proprie finanze.

admin